skip to Main Content
Anticipo Fatture: Ottenere Liquidità Immediata

Anticipo Fatture: ottenere liquidità immediata

OTTENERE LIQUIDITÀ ANTICIPATA: COME FUNZIONA

Abbiamo già effettuato una differenza sostanziale tra factoring pro soluto e pro solvendo. Adesso è importante capire come fare per ottenere una liquidità immediata in un contesto economico come il nostro, stabilendo il processo che permette di avere l’anticipo fatture.

Ma in che modo? E soprattutto cos’è l’anticipo fatture?

COS’È L’ANTICIPO FATTURE

È necessario introdurre il significato che permette di capire cos’è l’anticipo fatture e in cosa consiste. Anzitutto ci suggerisce tutto il nome stesso, per cui possiamo stabire che questo processo non è altro che l’anticipo di fatture derivanti dalla stessa azienda.

I soggetti che fanno parte di questa operazione sono: la banca, l’impresa che possiede le fatture e il cliente che dovrà entrarne in possesso.

L’azienda potrà quindi presentare alla banca le fatture e chiedere il versamento anticipato; la banca a questo punto indagherà e dopo opportune valutazioni potrà stabilire se smobilizzare i crediti dell’impresa e rendere disponibile liquidità immediata. Nel caso in cui ci sia risposta positiva, l’azienda potrà ottenerla finanziando le proprie attività.

COME FUNZIONA L’ANTICIPO

Questo processo prende vita nel momento in cui le imprese non hanno intenzione o non hanno l’opportunità di aspettare il pagamento di fatture di cui fanno credito.

Ora però bisogna capire come funziona l’anticipo di fatture. Come già detto l’anticipo fatture risulta essere un accordo tra la banca e l’impresa per ottenere il denaro di cui si ha necessità, e l’azienda potrà dunque far fronte all’istituto creditizio per poterli ottenere.

Quello che spinge l’azienda a chiedere “soccorso” alla banca è la possibilità di ottenere liquidità immediata in cambio della cessione dei crediti. Naturalmente per far in modo che tutto vada bene è necessario che la banca sia in possesso di un conto corrente e che vi sia la perfetta validità dei crediti commerciali (poiché possono presentarsi fatture scadute o non ancora emesse).

La banca quindi potrebbe non acconsentire ad alcuni crediti perché volti a debitori che non hanno svolto le proprie obbligazioni. Dopo tutte le valutazioni effettuate si procede alla sottoscrizione del fido che viene anche denominato “costellato anticipo fatture”.

Le fatture presentate per la richiesta d’anticipo non hanno limite, ma è necessario che il valore non andrà a superare la differenza tra l’ammontare del fido permesso e quello delle fatture presentate e non scadute.

Una volta concordato il limite massimo del “costellato anticipo fatture” e una volta accettato da parte dell’istituto creditizio, il denaro sarà emesso sul conto corrente bancario, così da poterne subito usufruire. L’impresa andrà poi a fornire alla banca una somma di denaro dedita al servizio, e questo avviene sotto forma di interessi.

Quando l’azienda avrà tra le mani il denaro, avrà anche l’obbligo di restituirli entro una data precisa e la liquidazione degli interessi avrà una “scadenza” periodica che può essere mensile o trimestrale.

Nel caso in cui i pagamenti arrivino in ritardo la banca può procedere con una proroga, mente nel caso di pagamenti anticipati da parte del cliente, la banca avrà l’opportunità di ricevere un rimborso anticipato.

COME OTTENERE L’ANTICIPO FATTURE

Ora bisogna stabilire come ottenere l’anticipo fatture.
Naturalmente, come già detto, la banca apporterà le dovute verifiche, e le principali variabili da considerare sono:

  • solvibilità del debitore
  • concentrazione dei crediti presentati nei confronti dello stesso debitore
  • situazione finanziaria complessiva dell’azienda richiedente

Per la banca risulta non molto semplice dover anticipare fatture nei confronti dello stesso soggetto, poiché un ipotetico insoluto potrebbe compromettere i crediti anticipati.

Ancora la banca va ad interessarsi anche al calcolo degli interessi sull’effettuazione dei finanziamenti; questo vuol dire che l’interesse posto sulle fatture anticipate viene accordato nella fase che precede l’apertura del fido.

Questi interessi quindi saranno categorizzati come debiti nei confronti dell’impresa fin quando le fatture non saranno saldate dagli stessi debitori. Ciò significa che anche le aziende saranno compromesse a livello finanziario poiché potrebbero non essere in grado di restituire il denaro anticipato.

www.creditcash.it