skip to Main Content
Coronaviruse Decreto Liquidità

Coronaviruse decreto liquidità

La situazione di emergenza che stiamo vivendo ha messo in difficoltà piccole, medie e grandi aziende. Il governo ha attuato una serie di provvedimenti per dare sostegno e liquidità a tutti i settori. Subito 400 miliardi di euro disponibili, sospensione dei termini per chi ha debiti col fisco, pagamenti più veloci per le Pa. Il decreto liquidità ha ottenuto il via libera lunedì 6 Aprile dopo il Consiglio dei Ministri.

Decreto di Aprile

La prima tappa di sostegno del “ decreto liquidità di Aprile ” consiste in una manovra con strumenti di sostegno e protezione sociale per tutte le famiglie e lavoratori, con maggiore attenzione per le persone in difficoltà.

Per i prestiti alle imprese sono stati messi a disposizione 400 miliardi di euro, sotto forma di prestiti. Lo Stato offrirà una garanzia in modo da far procedere in modo quanto più rapido e semplice l’erogazione dei finanziamenti.

Il ministero dell’Economia ha dichiarato che il governo ha attuato un provvedimento senza precedenti, per dare un forte sostegno al nostro sistema produttivo.

Nel dettaglio sono messi in campo 200 miliardi di garanzia per prestiti fino al 90% garantiti dallo Stato senza limiti di fatturato. Potranno arrivare fino al 25% del fatturato delle imprese o il doppio del costo del personale.

Per quanto riguarda i tempi, il ministro dell’economia ha dichiarato che questo strumento sarà operativo in pochi giorni.

Decreto Liquidità: condizioni

I prestiti richiesti in banca saranno vincolati agli obblighi di non licenziare e di non trasferire la produzione in un paese diverso dall’Italia. Le garanzie saranno al 90% per le grandi imprese, al 100% per autonomi e piccole imprese.

Per avere invece accesso ai 25 mila euro di prestito garantiti al 100% dallo Stato italiano ha spiegato il ministro Patuanelli, basterà dimostrare di avere una partita iva e l’ultima dichiarazione dei redditi presentata o il pagamento delle imposte.

In questo modo la banca automaticamente avvierà la procedura e l’erogazione del prestito sarà più veloce in quanto essendo il prestito garantito al 100% dallo Stato; la banca non procederà con la valutazione del cliente.